Come Pulire il Lavello con Rimedi Naturali

In questa guida proponiamo alcuni rimedi naturali per pulire il lavello.

Lavello splendente con il cetriolo
Cosa vi occorre:
la buccia di un cetriolo
Questo è davvero un rimedio antispreco. Se avete sbucciato un cetriolo, non buttate via le bucce nell’umido ma, dopo aver lavato i piatti, strofinatele su tutta la superficie del lavello, poi risciacquate con una spugnetta pulita inumidita. Il vostro acquaio, di qualsiasi materiale sia – di ceramica, acciaio inox o graniglia – splenderà senza alcuna spesa di detersivi specifici, costosi e inquinanti.

Il lavello di ceramica splende con il limone e il sale
Cosa vi occorre:
un bicchiere di succo di limone
2 cucchiai di sale fino
Per pulire il lavello di ceramica potete utilizzare questo semplice trucco della nonna: strizzate 3 limoni, inumidite una spugnetta, prima nel succo di limone e poi metteteci sopra del sale fino, strofinate tutta la superficie energicamente insistendo su macchie di calcare e incrostazioni, lasciate agire per una ventina di minuti e sciacquate con acqua tiepida. Il risultato sarà… brillante!

L’acciaio inox torna a brillare con la cenere
Cosa vi occorre:
4 cucchiai di cenere di caminetto
Ecco un’altra ricetta contro lo spreco che si avvale di un metodo di pulizia antichissimo.
Se avete la fortuna di avere un caminetto, ma per voi raccogliere la cenere è una maledizione, sappiate che in realtà quella polvere di cui volete sbarazzarvi costituisce un potente detergente usato da secoli da generazioni di nonne. L’azione pulente della cenere è rinomata soprattutto per la lisciva del bucato, ma può essere un ottimo detersivo anche per far brillare l’acciaio inox che con altri prodotti, come il bicarbonato, diventerebbe opaco.
Setacciate la cenere di legna raccolta dal caminetto o dalla stufa con un colino.
Versatene quattro cucchiai in un bicchiere e aggiungete dell’acqua calda, Strofinate la cenere con una spugna e poi risciacquate. Asciugate con un panno morbido per far brillare tutto.

Aceto per avere lo scarico del lavello deodorato e disincrostato
Cosa vi occorre
un bicchiere di aceto di vino rosso
Che puzza viene a volte dallo scarico del lavello! È colpa dei residui di cibo rimasti attaccati nei tubi che sono fonte di germi maleodoranti.
Per evitare che dagli scarichi provengano odori sgradevoli, versate un bicchiere di aceto di vino rosso e lasciatelo agire per circa un’ora. Poi aprite l’acqua caldissima per rimuovere tutti i residui di cibo e di calcare che sono rimasti nei tubi. Vi accorgerete che l’odoraccio è sparito e gli scarichi sono liberi!

Provate la potenza del caffè
Cosa vi occorre:
un fondo di caffè
State rivalutando l’uso di quei fondi di caffè che eravate soliti gettare nella spazzatura per l’organico? Eccovi un altro semplicissimo rimedio dove si rivelano utilissimi: schiacciate un fondo di caffè nel lavabo e poi fatelo andare nelle tubature aprendo l’acqua calda. Questo procedimento non solo aiuterà a pulire le tubature, grazie all’azione abrasiva del caffè, ma anche a neutralizzare gli odori sgradevoli.