Come Funziona la Danza Verticale

Avete mai sognato di volteggiare nell’aria come farfalle? Se il senso del ritmo non vi manca e avete voglia di provare qualcosa di divertente e assolutamente insolito, provate a iscrivervi a un corso di danza verticale. Nulla di pericoloso. Non dovete buttarvi da nessuna parete rocciosa per danzare nell’aria, ma grazie ad amache in tessuto morbido e resistente, appese al soffitto tramite ganci, potrete praticare questa attività direttamente in palestra. Potrete così sperimentare la piacevole sensazione di oscillare dolcemente sulle amache sospese nell’aria, sconfiggendo perfino la forza di gravità.

La danza verticale nasce negli anni ’70 dal tentativo della coreografa statunitense Trisha Brown di mettere in relazione la danza contemporanea con lo spazio urbano, l’ambiente naturale e le strutture architettoniche utilizzando i muri, le colonne, gli alberi e tutto ciò che è verticale come supporto per danzare con i piedi in appoggio o in completa sospensione nel vuoto. Nel processo di composizione coreografica, la danza verticale produce una trasformazione dello spazio che permette di trascendere dalla visione estetica per creare un nuovo punto di vista. La particolarità di questa danza è l’uso del centro del corpo intorno al quale gli arti sono completamente liberi di muoversi e dove il corpo, pur sfruttando la muscolatura al massimo delle sue potenzialità, ha la possibilità di sperimentare la scioltezza, la libertà del volo, l’espansione delle linee dal centro verso l’infinito in sospensione.

Come corso di fitness, si svolge in palestre attrezzate e prevede l’utilizzo di tecniche di danza contemporanea in orizzontale, esplorazione sull’amaca con uno o due piedi appoggiati a terra, movimenti con il corpo nell’amaca in completa sospensione e in verticale, esercizi ispirati all’acrobatica, improvvisazione su strutture compositive e studio di coreografie. Oltre al training della danza, questa disciplina prevede anche un allenamento specifico nel quale si studiano postura, peso ed equilibrio. COSA ASPETTARSI Risultati subito evidenti sono quelli di un netto miglioramento della percezione e conoscenza del corpo per utilizzarlo con sensibilità e consapevolezza. Con il tempo si ampliano le proprie capacità di equilibrio, flessibilità, coordinazione e agilità. Inoltre, la costanza e la frequenza al corso hanno il benefico effetto di aumentare l’autostima grazie al processo di conquista e controllo della paura di cadere. Seguire questo corso in modo costante consente di raggiungere una migliore consapevolezza di sé, delle proprie capacità e della propria autostima, oltre che conoscere e sperimentare gli elementi di base della danza: corpo, spazio, dinamica, relazione e di sviluppare il fare e il pensare creativo.

Il corso mira a un equilibrio tra espressione e tecnica. Non richiede competenze specifiche ma si rivolge a tutti coloro che abbiano voglia di mettersi in gioco indipendentemente dal proprio livello. È un’attività completa nel senso che si rivolge tanto al corpo quanto allo spirito, regalando un benessere psicofisico generale.